SoCoTa per il sociale.
EN

So.Co.Ta. Nel Sociale

Solidarietà, sport e impegno sociale: scopri come So.Co.Ta. nel Sociale si adopera per portare gioia attraverso Zia Caterina, supporta la comunità tramite la Società di Mutuo Soccorso SMS e promuove il benessere con la Polisportiva Tassisti Fiorentini. Un viaggio attraverso la generosità e l'impegno dei tassisti fiorentini che vanno oltre il servizio di trasporto, contribuendo attivamente al benessere della città e oltre

Zia Caterina

La nostra Milano 25

Il taxi più allegro e colorato che ci sia, che oltre al normale servizio taxi, trasporta i piccoli pazienti, i suoi supereoi, verso l’ospedale pediatrico Meyer.

Una corsa in compagnia di tanti simpatici peluches con la zia Caterina, ambasciatrice fiorentina di gioia e felicità.

Società di Mutuo Soccorso

SMS

Nel lontano 1972, a Firenze, nacque la Società di Mutuo Soccorso grazie alla lungimiranza e allo spirito di aggregazione che caratterizzavano i tassisti fiorentini. In quel periodo, venne creato il primo radiotaxi 4798, ora conosciuto come 4242, diventando una delle realtà più importanti a livello nazionale.

Lo scopo primario della SMS è promuovere la mutualità tra i soci, senza fini speculativi o di lucro. Si impegnano a fornire assistenza sanitaria, erogando una diaria giornaliera per infortuni, malattie, invalidità al lavoro, ritiro patente, maternità, e promuovono la prevenzione con check-up e visite mediche periodiche. Oltre a elevare socialmente e culturalmente i soci e le loro famiglie, la SMS si impegna a diffondere principi di mutualità e solidarietà a fini benefici in caso di necessità, non solo a Firenze, ma in tutto il territorio nazionale.

Numerosi interventi sono stati effettuati in casi di calamità naturali in varie regioni italiane. Infine, la SMS ha stabilito una sinergia nel tempo con realtà sociali-assistenziali di Firenze, come le Misericordie, le Pubbliche Assistenze, l'Associazione Pane Quotidiano, l'Associazione Duccio Dini, LILT, ANT, ATT, AIL, l'Ospedalino Meyer, e altre. Auguriamo che la SMS continui a crescere in solidità e costruttività, mantenendo alto lo spirito mutualistico-sociale dei "tassisti fiorentini".

Gruppo Sportivo

La Polisportiva Tassisti Fiorentini

Nell’ormai lontano anno 1975 nacque, per volontà di uno sparuto gruppo di tassisti con la passione per la bicicletta, il “Gruppo Sportivo Radiotaxi 4798”, i cui soci fondatori furono: Santi Giovanni (ex Milano 12), Formigli Ferruccio (ex Bologna 32) e Giovannoni Cristiano (ex Torino 8). A questo primo nucleo storico, si sono aggiunti cammin facendo altri tassisti ed anche parenti ed amici di questi, visto che il gruppo era aperto anche agli esterni la categoria, fino a raggiungere il numero di 66 tesserati. L’importanza numerica del gruppo aumentò negli anni seguenti, così da dotare il gruppo di una notevole capacità organizzativa che sfociò nel tenere a Firenze nel 1976 e nel 1980, due raduni a carattere nazionale con circa 1000 partecipanti.

Nel corso del raduno del 1976, ci fu inoltre lo spettacolare attraversamento del centro di Firenze, con in testa un “biciclo”, antenato della bicicletta, composto da una grande ruota anteriore su cui era sistemato il sedile ed una piccola ruota posteriore, condotto da un collega, come si può ancora ammirare in una storica foto all’interno della cooperativa So.Co.Ta. L’attività è proseguita negli anni successivi e nella fattispecie negli anni 1982 e 1983, quando il gruppo ottenne l’aggiudicazione dei titoli di campione provinciale e regionale cicloturismo della lega ARCI-UISP.

Così nacque l’odierna Polisportiva Tassisti Fiorentini che annovera al suo interno altre discipline sportive, dando luogo ad una unificazione sportiva “ante litteram” delle due cooperative Taxi di Firenze, alla cui presidenza fu designato Florio Alberto Maccari (ex Bologna 21, a cui rimase la carica di Presidente Onorario anche dopo la sua cessazione dell’attività) sotto la cui guida arrivarono i primi sponsor (Cynar, Renault e Brandini) ed iniziarono anche le prime iniziative di beneficenza, specialmente a favore dell’Ospedale Meyer di Firenze, con l’organizzazione di un raduno ciclistico Tassisti Fiorentini e successivamente partecipando con due iscritti facenti parte della Polisportiva al primo evento collaborativo per la ricerca di fondi, fra il primo ospedale per bambini di Firenze (il Meyer) e quello di Londra

Il nuovo CDA della Polisportiva Tassisti Fiorentini porta una importante svolta nel mondo dei consigli direttivi poiché formato da un team di 5 donne tassiste. Entrate in carica l'8 ottobre 2021, le donne al comando sono Susanna Madarnàs, Presidente, e già presente negli anteriore due consigli, Sara Pagamonci, vice presidente, Lisa Montelatici, tesoriere, Cristina Rizzo, consigliere e Marta Cioncolini, consigliere

La Polisportiva cura e assiste 13 discipline sportive e attività ludiche, mandate avanti e praticate da tassisti fiorentini. Le discipline sono: Calcio, Golf, Canoa e Dragon Boat, Pallavolo, Tennis, Padel, Podismo, Trekking, Ciclismo, Tiro al piattello, Pesca e Walking Tour Turistico. In ognuna di esse sono stati raggiunti traguardi molto importanti, tra cui titoli nazionali, europei e mondiali.

Oltre a questi successi la Polisportiva ha anche un'altra missione, ed è quella di occuparsi di questioni benefiche. Da oltre 10 anni la Polisportiva si è impegnata seriamente e con costanza nel sociale, prendendosi a cuore innumerevoli casi di difficile ma di non impossibile gestione. Situazioni di disagio, in cui con aiuti concreti, il percorso per chi doveva "ripartire" è divenuto meno arido, meno complicato.

Una lunga premessa, che era dovuta, poiché oltre ad essere un'importante associazione sportiva che vede coinvolti tutti i tassisti, la Polisportiva è una associazione forgiata dall'unificazione di persone che si impegnano da anni nel sociale rendendo, anche solo se in minima parte, un percorso riabilitativo qualunque esso sia, meno sofferto e con qualche speranza in piu

"Tutto quello che ho imparato fino ad oggi - dice Susanna - lo devo a due persone per me molto speciali, e sono Roberto Fantoni,  Bologna 16, scomparso prematuramente e Fabio Piccardi, Berna 18. Sta a noi continuare l'opera. Saremo messe in discussione, criticate e lodate. Impossibile accontentare tutti, ma siamo convinte di potercela fare e ce la metteremo tutta.

La categoria intera dei tassisti ci ha sempre spalleggiato in tutto, quando c'è stato bisogno di unione, azione e presenza, il tassista, benché sia spesso criticato,  c'è sempre stato. Appoggiate e sostenute da tutto il corpo del Tassismo Fiorentino, la strada per noi sarà meno in salita".